Il racconto del post golpe con Lucia Goracci di Rainews24

Per quasi un mese nell'estate del 2016, ho lavorato con Lucia Goracci che copriva gli eventi successivi al tentato golpe del 15 luglio per la Rai. E' stata una delle mie più importanti esperienze come producer.

Abbiamo intervistato il presidente della Repubblica turco Recep Tayyıp Erdoğan, gli oppositori del governo arrestati sebbene non avessero niente a che fare col tentato colpo di stato, le famiglie dei soldati di leva e i ragazzini delle scuole militari mandati dai golpisti a sparare sulla loro gente senza che fossero consci di nulla e sono stati poi arrestati. Eravamo alla manifestazione del leader curdo Selahattin Demirtaş ad Istanbul contro il golpe, ma anche contro lo stato d'emergenza.

Abbiamo mostrato le fosse comuni riservate ai "traditori" che neanche le loro famiglie hanno voluto seppellire, le università dei sostenitori del presunto regista del tentato colpo di stato Fethullah Gülen chiuse e demolite a sfregio dalle ruspe della polizia, ma siamo stati anche i primi a mostrare il parlamento di Ankara martoriato dalle bombe la notte del colpo di stato, la questura sventrata, i carri armati davanti agli aeroporti, la "staffetta per la democrazia" dei sostenitori di Erdogan a Istanbul e Ankara, la grande manifestazione dell'opposizione repubblicana del Chp e soprattutto abbiamo incontrato tante donne e uomini comuni di opinioni diverse, ma tutti con delle storie importanti da raccontare e denunciare. Sono queste le storie che contano di più, sempre, almeno per me.

L'intervista con Erdoğan:

 

Leave a Reply